Mindfulness aziendale


 

La Mindfulness in azienda

La Mindfulness, in primo luogo, è attenzione consapevole; tale focus è indirizzato sul ‘qui e ora’ attraverso la piena attenzione al presente.

Se si sta a rimuginare sul passato o concentrati sul futuro, non ci si trova nella consapevolezza.

In secondo luogo, tale consapevolezza include il prestare particolare attenzione sia ai fenomeni interni (pensieri, sentimenti e sensazioni corporee) che esterni (provenienti dall’ambiente fisico e sociale).

In terzo luogo, comporta il portare attenzione agli stimoli in modo aperto e accettarli, senza imporre giudizi, ricordi, o altre manipolazioni cognitive.

Numerose ricerche scientifiche evidenziano effetti benFoto 01-07-16, 21 35 45efici di una pratica costante di attenzione consapevole in diversi ambiti:

Salute:

  • riduzione del livello di stress (Wolever et al., 2012)

  • diminuzione della pressione sanguigna (McCraty, 2003)

  • miglioramento del livello di energia e innalzamento delle difese immunitarie (Davidson et al.2003)

  • riduzione del dolore cronico e dei sintomi di diverse patologie croniche (Chiesa and Serreti 2010)

Benessere emotivo e relazionale:

  • accresciuti livelli di autoconsapevolezza (Chu, 2010)

  • miglior autocontrollo

  • riduzione dell’impulsività

  • miglior capacità di accettazione dei feedback negativi e maggior focalizzazione su feedback positivi (Teper and Inzlicht, 2014)

  • maggiori capacità di adattamento

Benessere mentale:

  • accresciuta attività cerebrale nella aree deputate ad attenzione, apprendimento, memoria e regolazione delle emozioni (Modinos et al., 2010)

  • incremento di creatività, innovazione, produttività (Chaskalson, 2011)

  • maggior soddisfazione lavorativa e prevenzione di fenomeni di burn-out (Roeser et al., 2013)

In conseguenza di queste evidenze, gli EFFETTI e i VANTAGGI che la pratica di Mindfulness potrebbe

introdurre in ambito aziendale:

  • FOCALIZZAZIONE, ovvero la possibilità di mantenere l’attenzione in modo intenzionale su ciò che vogliamo e ridurre i fattori distraenti

  • CHIAREZZA, ovvero la consapevolezza chiara dei pensieri e delle emozioni nel momento in cui si manifestano e la non reattività ad essi (risposta ponderata anziché impulsiva)

  • CREATIVITÀ, ovvero la libertà di trovare soluzioni nuove e migliorative liberandosi di alcune trappole della mente e coltivando specifiche qualità dellessere (mente del principiante, lasciar andare, non giudizio, ..)

  • RELAZIONALITA’, ovvero la capacità di essere presenti agli altri, capirne i bisogni e con saggezza e umiltà entrare in una relazione di solidarietà e comunità (Marturano – Direttore dellInstitute for Mindful Leadership)

  • aumento della PRODUTTIVITÀ e riduzione dei costi grazie alla riduzione della componente di stress – individuale e relazionale, grazie allaumento di focalizzazione attentiva, grazie allo sviluppo del pensiero creativo e alla promozione di benessere organizzativo (si riducono le assenze per malattie e per aspettativa, diminuzione degli infortuni e i costi del turn-over)

  • miglioramento dell’IMMAGINE AZIENDALE dal momento che oggi le performance aziendali vengono valutate in funzione non solo del contributo alla prosperità economica di un territorio ma anche in base alla RSI (attenzione dedicata alla tutela dell’ambiente e alla promozione del contesto sociale anche attraverso politiche di welfare aziendale)

Destinatari:

Dirigenti, impiegati, addetti alla produzione (gruppi min 6, persone max 15).

Struttura del corso:

Il programma formativo Mindfulness prevede:

8 incontri di 2 ore ciascuno per un totale di 16 ore.

E’ possibile adattare la scansione temporale al contesto lavorativo.

Strumenti:

  • momenti teorici

  • proposte di pratica Mindfulness

  • esercizi formali, che prevedono una focalizzazione dell’attenzione sul respiro o il corpo e l’osservazione non reattiva e non giudicante degli stati interni (pensieri, emozioni e sensazioni fisiche); esempi di esercizi di questo tipo sono il body scan (esplorazione corporea), la consapevolezza del respiro, la meditazione seduta e la camminata consapevole.

  • esercizi informali, che consistono nel portare maggiore consapevolezza, a volte fermandosi e respirando, nelle diverse attività quotidiane, ad esempio mentre mangiamo, quando ci laviamo, camminando o durante una prestazione lavorativa.

Si può prevedere la creazione di appositi spazi di meditazione all’interno dell’azienda (le cosiddette “Quiet Room”, dove i dipendenti possono prendersi delle pause meditative e di relax in particolare nei momenti di maggiore stress).

Costi: da concordare in base alla richiesta formativa

Obiettivi:

  • Aiutare a portare l’attenzione della mente dei partecipanti nel qui ed ora ovvero a vivere il più possibile il momento presente, liberando la mente dalla continua tendenza a vagare nel passato o nel futuro, spesso in modi controproducenti.

  • Aumento della consapevolezza interna e degli stimoli provenienti dall’ambiente esterno (diminuzione infortuni).

  • Miglioramento oggettivo e soggettivo dello stato psicofisico, e in particolare incremento delle capacità attentive, mnemoniche e di concentrazione, unito ad una diminuzione degli stati d’ansia lavorativi.

  • Sviluppa la capacità di rispondere in modo efficace (scelta ponderata) alle situazioni problematiche invece di reagire (modalità automatica).

  • Sviluppo di competenze quali intuizione, creatività, consapevolezza emotiva

  • Forte riduzione e migliore capacità di gestione dello stress.

  • Favorisce l’apertura al cambiamento e la flessibilità.

  • Maggiore propensione e potenziamento del lavoro in team.

  • Miglioramento delle dinamiche relazionali all’interno dell’azienda e nelle interazioni con l’esterno favorendo l’attivazione del fattore cooperativo e la collaborazione nei rapporti interpersonali e di gruppo.

  • Migliora la comunicazione interpersonale.

Professionisti coinvolti:

équipe della sezione Mindfulness del Centro Counseling Integrato

referente Dott. Maurizio Tomìo